Ciao a tutti, faccio un piccolo resoconto delle azioni che stiamo mettendo in campo nel territorio pugliese.

In particolare stiamo lavorando alacremente con alcune amministrazioni locali per modificare la proposta di mozione comunale in modo che sia più focalizzata sulle esigenze locali.

In data 04 ottobre siamo riusciti ad incontrare alcuni consiglieri della giunta comunale di Bitonto. Eravamo presenti io e Andrea Salimbeni e ci aspettavamo tre o quattro consiglieri; se ne sono presentati invece quindici! L’interesse è altissimo ma abbiamo capito subito che ci sono tante criticità da superare.

Nei prossimi giorni cominceremo anche a costituire un comitato locale; ad esempio c’è una ragazza esperta nel riutilizzo dei residui dell’olio che ci darà una grossa mano ad inserire questo tema specifico nella mozione.

Abbiamo deciso di avviare questo processo in maniera pubblica perché vogliamo che sia una cosa quanto più condivisa possibile.

Riporto qui la mail di "follow up" che stiamo per inviare a tutti i consiglieri presenti all’incontro.

 

----------------

Gentilissimi consiglieri e consigliere,

innanzitutto volevo ringraziare tutti per la numerosa presenza al nostro incontro di giovedì 4 ottobre. Grazie *** per aver organizzato l'incontro e grazie **** per aver messo a disposizione la sede.

E' stato bellissimo vedere come tutti insieme, maggioranze e opposizioni, si possano affrontare temi che sono di vitale importanza per la vita cittadina. D'altronde si vedeva chiaramente, sulle facce di tutti, quanto impegno e quanto amore promulgate verso la vostra città. Vi devo confessare che quasi mi venivano i brividi.

Faccio un piccolo resoconto di quello che ci siamo detti:

Andrea ci ha presentato un approccio alla gestione dei rifiuti che possa portare ad un reale beneficio sociale per i comuni locali e, quindi, per i cittadini. Questo approccio prevede una modifica delle condizioni di assegnazione che i comuni stabiliscono al momento del bando per identificare la società responsabile della gestione e dello smaltimento. Quello che vogliamo evitare è che si prevedano azioni che, pur aumentando la percentuale di raccolta differenziata, non portino né ad un effettivo aumento del riciclo dei rifiuti, né ad una diminuzione dei costi della Tari per i cittadini.

A Bitonto la situazione prevede una ARO, con Bitonto, Corato, Molfetta, Ruvo di Puglia e Terlizzi, ma anche una ATO, dove sono presenti i Comuni di Bitonto e Palo del Colle. Per prevedere un piano rifiuti nella ARO, quindi, occorre coinvolgere tutti i comuni afferenti.

Sulla base delle criticità che tutti voi avete condiviso durante la riunione, la possibile strategia da affrontare, e per cui potremmo darvi assistenza, potrebbe essere la seguente.

Presentare in discussione nel vostro comune, una mozione in merito alle posizioni che Bitonto, come singolo paese, vuole rivendicare sul tema rifiuti (ovvero estensione raccolta porta a porta, incremento degli impianti a servizio e riduzione dell'esportazione in altre regioni, la necessità di un piano conveniente da parte della società di gestione (oggi SANB)

Richiedere, sulla base di tale mozione, l'approfondimento sulla situazione della gestione rifiuti nella ARO e (soprattutto) la situazione attuale di SANB e l'eventuale riformulazione del loro contratto

Parlare con altri comuni in merito alla riorganizzazione della gestione rifiuti nella ARO sulla base dei capisaldi della mozione discussa (economia locale, indotto lavorativo, tempo di ritorno investimento negli impianti di trattamento, raccolta differenziata uniforme, riduzione graduale della TARI)

Se siete interessati, possiamo produrre insieme un documento per Bitonto e, successivamente, organizzare un evento di discussione con gli altri comuni (punto 3), che permetta la redazione di un documento comune e, quindi, di una iniziativa completa a livello di ARO

Non siamo certamente ostinati sulla nostra proposta, se avete in essere altre azioni che vadano verso il sistema "End of Waste", saremo più che felici di darvi il nostro supporto!

Per saperne di più su Andrea:

https://it.linkedin.com/in/andrea-salimbeni-53271828

https: //www.researchgate.net/profile/Andrea_Salimbeni