European Democracy Action Plan - Vera Jourova

Come già sappiamo, il rafforzamento della Democrazia nell’UE è tra le priorità della nuova Commissione. In questo senso, la nostra amata VP e Commissaria ai Valori e Trasparenza, Vera Jourova, sta progettando un “European Democracy Action Plan” (EDAP), coordinato dalla DG Giustizia, che risponde alla necessità di salvaguardare i processi democratici, in particolare dalle ingerenze esterne e dalla disinformazione. Si vogliono mettere le basi di una democrazia europea digitale più equa e trasparente affinché il cittadino abbia maggior controllo. Per quanto riguarda le tempistiche, non si sa ancora nulla.

 

Sulla base di quello che sappiamo fino ad ora, l’EDAP dovrebbe far fronte a tutto questo:

- Incrementando l' “alfabetizzazione digitale”;

- Regolando il funzionamento delle piattaforme online per renderle più affidabili e aperte, soprattutto ai ricercatori che si occupano di ingerenze esterne e manipolazioni;

- Regolando la maniera di fare propaganda politica sui social media per renderla più trasparente e meno ingannevole;

- Aumentando gli sforzi in materia di cybersicurezza e migliorando la comunicazione intra-Europea per poi fornire risposte coordinate anche grazie a meccanismi come il “Rapid Alert System” e altri network nazionali ed Europei volti a facilitare la cooperazione in vista delle elezioni.

- Combattendo l’”Hate Speech”;

- Rendendo più trasparente il processo legislativo europeo e il finanziamento dei partiti europei.

- Trovando un accordo inter-istituzionale per la creazione di un “Registro di Trasparenza” per Commissione, Parlamento e Consiglio.

 

Otto, mi pare che nelle mail ci fosse anche un documento di raccomandazione per la presidenza croata e un riferimento a un incontro al Comitato Economico e Sociale basato sul documento sulla partecipazione il 5 febbraio. Riesci per caso a riassemblare gli altri pezzi cosi da capire ancora di più oltre a quanto giá hai integrato? 

Ieri sono andato all'evento al CESE, dove si è discusso il documento di cui sopra.

Molto brevemente: evento sicuramente interessante, ma con un'impostazione marcatamente "elettorale" piuttosto che "partecipativa", nel senso che tutto è ruotato attorno agli effetti delle campagne sulla partecipazione nel processo decisionale IN FUNZIONE DELLE ELEZIONI EUROPEE. Non una parola sulla democrazia partecipativa fuori dalle elezioni, sull'ICE o, figuriamoci, sulle petizioni al PE. 

Fondamentalmente sono stati toccati i temi che saranno incorporati nel EU Democracy Action Plan della Jourova (che dovrebbe esser pronto entro la fine dell'anno), pertanto: trasparenza, disinformazione, interferenze esterne, alfabetizzazione digitale, pluralismo dei media etc...

Tuttavia, nel doc sono presenti alcuni riferimenti relativamente interessanti a modifiche del budget per aumentare la partecipazione dei cittadini, che vi segnalo nel thread sul budget: https://www.alcuoredellapolitica.net/informazione-democrazia-partecipativa-e-european-citizens-initiatives

Anche se non riguarda strettamente gli aspetti di cui ci occupiamo noi, vi invito a leggere il documento anche solo per avere più chiaro cosa dovremmo aspettarci dall'EU Democracy Action Plan :)