Un brainstorming su questa iniziativa

Partecipa all'elaborazione di questa iniziativa 

Lavoro al Joint Research Centre della Commissione Europea, io non me ne occupo direttamente, ma la mia unità si occupa della valutazione di politiche pubbliche.

Potete darmi più dettagli di quello che si vorrebbe proporre?

Se serve credo di riuscire a coinvolgere uno dei colleghi che se ne occupa per una chiacchierata

Grazie per avere sollevato il parallelo con il JRC. Ho fatto parte del mio dottorato là e ho partecipato ad un tavolo di lavoro europeo dedicato alla formulazione dei documenti di supporto di una regolamentazione sul rischio tecnologico. Cito questo per dire che credo di capire perché il JRC venga citato come centro europeo di valutazione già esistente.

E di fatto lo è. Di contro, non è indipendente, nel senso che risponde alla Commissione. Non ha un'agenda di valutazione delle politiche pubbliche autonoma, intendo, che prescinde dagli input e processi di regolamentazione europei; e che non risponde, di conseguenza, al cittadino - ma alla Commissione. O perlomeno non fino a che ci lavoravo io - 15 anni fa :) 

Al momento, lavoro per un'agenzia di valutazione delle politiche ambientali in Olanda. Strutturalmente siamo una costola del rispettivo ministero - e facciamo molto lavoro su mandato diretto - sotto il profilo dell'agenda di ricerca e valutazione però "rispondiamo" primariamente al cittadino, nel senso che definiamo ed eseguiamo un'agenda annuale e di medio-periodo autonoma sulla base di quelle che consideriamo le "societal questions" emergenti più rilevanti e bisognose di evidence-based evaluation. I nostri studi e rapporti sono open access e scritti pensando al cittadino olandese come primo interlocutore, insomma. Non eseguiamo, insomma, bensì determiniamo la nostra agenda tematica. 

Questo è il medesimo modello che avrei in mente per un'agenzia europea della valutazione; appunto, pubblica ma svincolata, in termini di agenda, dagli organi istituzionali. 

Ne ho anche chiacchierato con alcuni membri della società italiana di valutazione. E ovviamente con Claudio Radaelli.

 

Voi che ne pensate? 

 

Link diretto al commento

In risposta a di CLAUDIA BASTA

Si il JRC è innanzitutto emanazione della commissione europea e in quanto tale non sceglie cosa trattare seguendo una propria agenda.

Vorrei precisare comunque che non sto parlando del JRC in generale ma del Competence Centre on Microeconomic Evaluation, di cui ho messo un link. Il link non è molto esplicativo ma comunque descrive più da vicino il gruppo che 15 anni fa non so neanche se esistesse (è comunque piccolo: 10-20 persone).

Penso che in generale la tua idea possa essere buona ma serve riflettere sul concetto di indipendenza, perché innanzitutto bisogna definire chi finanzia.