Un primo brainstorming su questa iniziativa

Partecipa all'elaborazione di questa iniziativa

Buonasera a tutti Eumani volevo fare una riflessione su questo tema.

Il Tar Lazio con una sua sentenza ha sospeso il divieto di ingresso in acque territoriali alla ONG OpenArms permettendo così alla nave di dirigersi verso Lampedusa, a dimostrazione che a volte ci ricordiamo di far valere lo Stato di diritto. È noto ormai che sull'agenda politica uno dei temi cruciali è l'immigrazione e la relativa gestione dei flussi migratori argomento difficile, spinoso e complesso ma che si presta bene a slogan da bar. Salvini paradossalmente è l'unico che ha proposto e attuato un modello, ovviamente sbagliato e anticostituzionale (vedi sentenza Tar e affini) grazie all'aiuto dei suoi fedelissimi amici 5 stelle e con la lieve opposizione del Presidente della Repubblica ai vari decreti sicurezza.Dunque  è molto facile attaccare Salvini  (ed è ciò che fanno le opposizioni),  molto più difficile, invece, proporre un modello alternativo. Nessun altro partito dell'opposizione propone un modello alternativo e così facendo sarà difficile togliere voti a un tale che dell'immigrazione fa il suo cavallo di battaglia.

In quanto movimento paneuropeo di iniziativa popolare , che si propone come novità nel panorama politico italiano e non, un punto fondamentale(al pari degli altri)  è proprio Immigrazione : proporre un modello alternativo ai vari protezionismi europei (Italia, e gruppo di Visegràd). L'ICE 'welcoming europe' non ha raggiunto l'obiettivo dei 7 milioni di firme, ma in Italia ne ha ottenute molte di più della soglia necessaria ciò a dimostrazione che, se si parte dal basso è più facile far passare un'idea, un'iniziativa e proprio su questo si fonda il metodo Eumans. Purtroppo l'UE in materia di immigrazione lascia molto spazio ai singoli Paesi che assumono posizioni diverse su un fenomeno complesso che necessiterebbe di più polso da parte di quest'ultima. 

Dunque, il tema immigrazione è fondamentale e , a mio parere dovremmo investirci, poiché nessuno ha niente da proporre, sia per mancanza di idee sia per mancanza di coraggio. Riprendere la ICE di welcoming europe che propone  3 punti fondamentali per la governance di questo fenomeno a livello europeo sarebbe utile e magari contemporaneamente mettere sul tavolo proposte (sullo stile 'economia circolare' ) che coinvolgano anche il singolo Comune (ispirandosi magari al modello Riace) puntando su tre temi: inclusione, mercato del lavoro (locale) e sensibilizzazione riguardo tale fenomeno (ad esempio  panel sul tema nelle scuole tenuti da esperti o da addetti ai lavori coinvolgendo così la miriade di no profit che da anni lavorano sul fenomeno) e non mancano fondi europei su questo.

Credo che come si può distorcere la realtà dai dati relativi all'immigrazione ai messaggi di odio lanciati da ministri si può, partendo dal basso, quindi dalla scuola elementare del comune X, riuscire a far passare un messaggio diverso che si opponga a queste politiche dannose e a questa assenza di idee che è ancora più dannosa.

Un saluto a tutti 

Gabriele. 

Il primo punto da affrontare sull'immigrazione e' risolvere il paradosso dell'Unione Europea, che si propone come una singola unione, ma con molteplici confini gestiti separatamente.

E' chiaro che la cosa non funziona. Per gestire una singola unione occorre una gestione centralizzata dei confini. Questo non vuol dire necessariamente che occorre una singola forza di frontiera. Ma occorre che le forze di frontiera agiscano secondo direttive comuni, fissate e concordate dal parlamento europeo e non dai singoli stati.

Altrimenti continueremo ad avere Salvini che vuole i porti chiusi e Macron, che di principio vuole riformare l'Europa, ma poi deve rimandare i migranti in Italia, quando tentano di passare il confine in Liguria.