Un primo brainstorming su questa iniziativa

Partecipa all'elaborazione di questa iniziativa

"Se si vuole salvare il pianeta, tutto quel che si deve fare e' smettere di mangiare carne. Questa e' la singola azione piu' importante che potete compiere. E' stupefacente, se ci si sofferma a pensarci! La scelta vegetariana aiuta a combattere cosi' tante cose in un colpo solo: la devastazione dell'ambiente, la fame nel mondo, la crudeltà"

Così parlava il "beatles" McCartney, non credo ci sia da aggiungere altro.

Forse il proibizionismo non sarà la scelta migliore ma ci sono alcuni "pazzi" che stanno veramente provando a cambiare il mondo. Ad esempio, il sindaco di New York ha proposto il dimezzamento degli insaccati e delle carni rosse negli edifici pubblici (scuole e ospedali) con naturale sbigottimento del newyorkese medio che si vedeva sottratto l’hot dog!

Sono necessarie, secondo me, anche delle politiche che impongano dei massimali di utilizzo procapite, ad esempio 500gr settimanali a scendere fino a 300 nei prossimi 10 anni. Già questo influenzerebbe in maniera drastica la nostra produzione di CO2 salvando migliaia di animali il cui destino altrimenti sarebbe quello di finire invenduti nei refrigeratori di qualche grande ipermercato.

Concludendo, riguardo alla richiesta di accorpamento della mia proposta “Stop alla carne” con quella sugli “allevamenti intensivi” non sono contrario, sarebbe sicuramente utile ad unire le forze. Vorrei solo capire come è possibile implementarla in modo che si punti l'attenzione sulla prevenzione e su un minore utilizzo.

Grazie della discussione

A presto

S.

 

Personalmente anche io credo che il proibizionismo abbia già fallito con enorme evidenza, quindi lascerei perdere la proibizione assoluta.

Sono assolutamente d'accordo con Manlio sulla questione dell'informazione, da fare sempre e comunque (sul discorso alimentare salta fuori anche quello dell'obesità, moltissima anche infantile).

Ciò che tengo molto ad aggiungere è che coloro che di solito diventano vegetariani - questo discorso vale anche per i vegani -, spesso non sanno come integrare, attraverso altri alimenti, le proteine che prima mangiavano tramite la carne. Ne deriva così un grosso squilibrio fisico. Quindi non si può obbligare tutti all'essere vegetariani perchè non tutti riuscirebbero a seguire correttamente quel tipo di dieta. Inoltre, bisogna pensare ai neonati, per i quali l'essere vegetariani è nocivo.

In sostanza, cercare di ridurne il consumo va bene, invogliare all'essere vegetariani ci può stare, obbligare tutti penso proprio di no.

Riporto un pò di dati trovati in giro sull'impatto ecologico derivante del uso, o dall'abuso, di carne nel mondo.

Qui non si tratta di farne una religione (vegetariana), non si tratta di distinguere tra mangiacadaveri e mangiafoglie; l'attivismo animalista non è più quello degli anni '70. Oramai siamo tutti più consapevoli del nostro impatto ecologico e la scelta vegetariana o vegana è fatta più per motivi ecologici a cui, magari, si accompagnano quelli etici.

La differenza sta tutta qui, tra quelli che dicono di voler cambiare il mondo e quelli che decidono di cambiare il proprio stile di vita per salvare il mondo.

Per questo valuterei attentamente la vostra proposta di agire solamente sugli allevamenti intensivi; io mi sento di sconsigliare cmq una comunicazione basata solamente su immagini forti di animali morti. Non è questo il sentimento di un vegetariano medio oggi giorno. Ma potrei sbagliarmi ovviamente.

Vabbè, a parte questa digressione, ecco alcuni dati:

In questo articolo si mettono a confronto 4 tipi diversi di diete, a parità di apporto calorico vengono calcolati l'impatto ambientale e le possibilità cancerogene di ciascun alimento.

https://www.nature.com/articles/1602522

Questi i risultati dello studio condotto da Nature:

df

 

 

Senza andarsi a trovare cose troppo difficili, ecco cosa dice wikipedia a riguardo:

https://en.wikipedia.org/wiki/Environmental_impact_of_meat_production

 

Occupazione del suolo per alimento:

Mean land use of different foods[17]
Food Types Land Use (m2year per 100g protein)
Lamb and Mutton

185

Beef

164

Cheese

41

Pork

11

Poultry

7.1

Eggs

5.7

Farmed Fish

3.7

Groundnuts

3.5

Peas

3.4

Tofu

2.2

 

 

Consumo di acqua:

Estimated virtual water requirements
for various foods (m³ water/ton)[37]
  Hoekstra
& Hung
(2003)
Chapagain
& Hoekstra
(2003)
Zimmer
& Renault
(2003)
Oki
et al.
(2003)
Average
Beef   15,977 13,500 20,700 16,730
Pork   5,906 4,600 5,900 5,470
Cheese   5,288     5,290
Poultry   2,828 4,100 4,500 3,810
Eggs   4,657 2,700 3,200 3,520
Rice 2,656   1,400 3,600 2,550
Soybeans 2,300   2,750 2,500 2,520
Wheat 1,150   1,160 2,000 1,440
Maize 450   710 1,900 1,020
Milk   865 790 560 740
Potatoes 160   105   130

 

 

Poi ovviamente anche la soia presenta grandi problematiche. Le grandi colture industriali di soia, necessarie a sfamare gli allevamenti intensivi, stanno già distruggendo il sud america.

https://essay.ispionline.it/?page_id=778