EU CAN DO IT - La proposta dei cittadini europei al Parlamento Europeo

Ciao a tutti, qui la riunione di ieri sera in cui abbiamo parlato della Petizione al Parlamento Europeo per la gestione dell'emergenza Covid-19 e le altre emergenze. Importante l'intervento di Marco sul senso politico e di lorenzo che spiega bene i punti chiave della proposta. 

La Petizione è stata depositata ieri - ma abbiamo 24 ore di tempo per farla conoscere ai Parlamentari Europei, raccogliere sottoscrizioni importanti e raccogliere tante firme di cittadini e organizzazioni. 

Questo il link da far conoscere https://www.eumans.eu/eucandoit

In allegato tutti i materiali visual preparati da Avy e Zu. 

hashtag #eucandoit 

Nel pomeriggio proviamo a fare una trasmissione in diretta. 

Nel frattempo quello che può essere utile e che tutti possono fare: 

- invio al proprio indirizzario di contatti (via whatsapp, telegram, email, piccioni viaggiatori) 
- ricerca di adesioni di "peso" (giornalisti, celebrities, esperti, accademici, rappresentanti di organizzazioni,....) più sono NON Italiani meglio è (se firmano li vedo ma se me lo segnalate via email o Telegram va bene lo stesso) 
- contattare chi ha scritto lettere aperte e appelli informali dicendogli che possiamo mettergli tra gli aderenti (segnalando pure i loro appelli - se loro magari la fanno girare tra i loro aderenti) >>>>valorizziamo il fatto che è un'iniziativa anche formale al Parlamento e che vorremmo chiedere audizione 
- Se trovate frasi a effetto non solo sulla petizione in generale, ma sulle proposte nel merito, scrivetele qui - facciamo dei messaggi "puntuali" sui social oggi 

Ogni altra idea è benvenuta. 

Alè :) 
 

Post Social
Banner Email
Instagram Stories
Instagram Stories
Big banner

Forse può essere utile, io sto inviando ai miei amici questo messaggio con l'invito a firmare...

------

Buongiorno il gruppo di attivisti a cui partecipo, Eumans, ha preparato una petizione 

tra poco, due giorni, c’è una seduta plenaria del parlamento europeo per discutere le misure urgenti sul covid-19

e questo è il nostro obiettivo per la presentazione.

Le petizioni hanno un valore indicativo ma sono stati già contattati vari parlamentari europei e c’è interesse.

Il 19/20 Marzo c’è stato il primo consiglio della democrazia partecipativa promosso dai movimenti:

Eumans, European Alternatives, ECIT Foundation, The Good Lobby, il Centre d'Action Laique (tutto rigorosamente on line) 

che ha unito attivisti da tutta Europa, perché la vita scorre anche in questo periodo sospeso

e anche perché, proprio perché è un periodo eccezionalmente difficile, bisogna proporre e costruire

Perché è importante partecipare adesso? 

Tutti noi assistiamo e comprendiamo che i nostri diritti sono stati limitati per una buona causa

ma  ora si sta discutendo se e come tracciare i nostri movimenti attraverso il gps, 

chi valuterà questi i dati? Per quanto tempo saranno conservati?

E’  solo un esempio, ma ci sono mille aspetti della nostra vita che sono stati stravolti 

le associazioni di cittadini devono essere coinvolte nel processo decisionale

perché è un processo straordinario

Si spera che questo periodo terribile finirà, ma sarà necessaria una ricostruzione 

e noi speriamo fortemente che il mondo che verrà sarà migliore

e crediamo che questo dipenda anche da noi 

Let’s Roll!

e se volete firmare, qui la petizione che tocca vari argomenti dall'emergenza sanitaria ed economica al clima

-----

a volte aggiungo il link in inglese o quello italiano

un abbraccio cari

...fosse il primo sindaco a firmare e sostenere la Petizione al Parlamento Europeo per affrontare il Coronavirus e le crisi sociali,economiche, climatiche nata con il Council della Democrazia Partecipativa? 

Ho sentito ora il suo discorso su Facebook (non so se è pubblicato altrove) e ho notato nei commenti che in molti rinfacciano la campagna Milano non si ferma. Se da una parte dobbiamo sicuramente riflettere sul senso di quella campagna, c'è un fatto: se i dati della ricerca cinese fossero stati pubblici, se ci fossero state da subito delle misure di allerta per la salute in caso di potenziali epidemie o pandemie, ci sarebbe stata una procedura, magari condivisa da tutti gli amministratori locali. Cosa che avrebbe anche limitato il "delirio dei decreti e delle ordinanze", in cui il Governo e i Governatori non si allineano sule misure basate sulle evidenze scientifiche. 

Milano è diventata uno dei simboli di questa "cosa" che stiamo vivendo. 

Secondo me dovremmo provare a scrivergli e magari poi usare la lettera con tutti i nostri sindaci. 

e magari chiedere loro di dare visibilitá alla nostra partecipazione, segnalando l'esistenza della Petizione (e della possibilitá di fare petizioni) ai cittadini? 

Cosa ne pensate? 
Qualcuno vuole provare? 

[Segnalo anche che oggi il Parlamentare Europeo Brando Benifei ha citato la petizione nella sessione plenaria del parlamento europeo e abbiamo superato le 6,000 firme...e molto altro tutto aggiornato il più possibile sul sito eumans.eu e nella riunione di stasera che a breve mettiamo live grazie a Robi!] 

*buona notte :)