Lo stato di diritto? Ma cos'e? Facciamo un passo indietro, per poi farne mille in avanti.

Facciamo un passo indietro, ma lo stato di diritto, ma cos'e'? 

E’ buona cosa informarsi prima, quindi prendiamo il manuale di diritto pubblico, leggiamo la sua defninizione, un piccolo sforzo per interpretare il linguaggio giurdico, e poi… poi bisognerebbe declinarla nella realta’.  

Cosa significa lo stato di diritto nella vita di tutti i giorni del sig. Mario Rossi? Di me cittadino italiano che sogna di adottare un figlio con il proprio compagno? Di Antonia, che nonostate tutto al lavoro guadagna meno del suo colega maschietto? O per te che ora stai leggendo queste righe?

Inoltre, mi chiedo, perche’ non ne possiamo farne a meno dello stato di diritto nella nostra societa’? Cosa si intende per “Violazione” dello stato di diritto? Certo possiamo spiegarlo perfettamente utilizzando il manuale di diritto pubblico, ma facendo cosi’ quante persone effettivamente raggiungeremo? Non e’ arrivato il tempo di trovare nuovi linguaggi? Io delle idee ne avrei, ma di questo ne parlaimo in un altro momento, sarebbe un passo troppo lungo da fare ora.

Ho posto tante domande, come spunti di riflessione.  Dopodiche’ bisognerebbe fare il passo sucessivo, ma questa volta in avanti.
Questo passetto a mio parere deve essere di iniziativa politica. Che bella parola iniziativa! E che bellissima parola Politica! Vedo che ne sono in preparazione alcune. 
E ora vi pongo la mia ultima domanda, come facciamo a far coinvolgere il signor Mario Rossi? Come facciamo a far percepire a lui le nostre iniziative importanti al suo buon vivere qutidiano?

Parliamone..

Christian

Grazie Christian! 
La decostruzione del concetto di Stato di Diritto (o del suo contrario) è la base del lavoro che dobbiamo fare. 

Sia politicamente (per poi "fare intelligence" e trovare le realtá con cui connetterci) sia creativamente (per raccontare la societá che immaginiamo e per far sentire a quante più persone possibili il senso della nostra iniziativa). 

Qui qualche spunto che avevo usato in un'altra conversazione e che potrebbe aiutarci a mettere altre basi alle domande che poni (e magari creare un piccolo gruppo di lavoro su questo)

Appunti

La proposta dell'ICE chiede che venga istituito un sistema di monitoraggio dell'Unione Europea, obiettivo e imparziale, che verifichi l'effettivo rispetto dello stato di diritto negli Stati membri - attualmente questo monitoraggio cosi attento viene fatto solo per gli stati che chiedono di aderire all'Unione Europea. 

Stiamo lavorando a declinare il significato del termine "violazione dello stato di diritto" in modo che possa essere più vicino al sentire delle persone. 

Esempi di ambiti in cui avvengono violazioni di stato di diritto sono: 

  • - Diritti sessuali 
  • - Diritti della popolazione detenuta ma in generale sistema giudiziario 
  • - Diritti dei migranti 
  • - Diritti dei lavoratori 
  • - Diritto all'autodeterminazione 
  • - Libertá di voto e esercizio dei diritti politici 


Chi sono i target audience della campagna: 

Lo scopo primario della campagna è coinvolgere organizzazioni che sono giá attive su questi temi e creare relazioni politiche con loro. Solo facendo questo possiamo costruire in maniera efficace anche la rete dei comitati che raccolgono le firme online e offline. 

In un certo senso - soprattutto all'inizio della campagna - non vogliamo "convincere" tutti i cittadini europei dell'importanza dello Stato di Diritto, ma unire al di lá dei confini nazionali quei cittadini europei che giá lavorano sulle violazioni dello Stato di Diritto nei loro paesi - secondo le declinazioni che dicevo sopra. 

Faccio seguito a questo importante spunto di Christian e vi segnalo che ho appena aggiunto due documenti brevi e efficaci nella sezione documenti dell'iniziativa: 

La Checklist del 2016 https://www.alcuoredellapolitica.net/node/416 
e il report del 2011 della Commissione di Venezia https://www.alcuoredellapolitica.net/node/415

Me li ha segnalati un'avvocata che fa parte della Commissione di Venezia (che vale la pena ricordare non è un organo dell'Unione Europea ma assolve a importanti funzioni di monitoraggio) che è della Repubblica Ceca e che vuole seguire da vicino la nostra campagna, si chiama Veronika Biklova. 

Ha un approccio molto divulgativo al tema della rule of law e quindi vale assolutamente la pena seguire il suo suggerimento e partire da qui. 

Ciao Christian 
riprendo questo filo: grazie a Filippo Di Robilant ho scovato questa ottima raccolta di video sullo Stato di Diritto - https://www.ibanet.org/rule-of-law-videos-en.aspx

Sono brevi e durano pochi secondi. 
Inizierò a condidividerli sui social nei prossimi giorni e ho preso contatti con l'international bar associations per capire se in qualche modo possiamo fare una partnership. 

Ma intanto te li metto qui perchè possano ispirare te e altri a creare qualcosa che possiamo usare nel corso della campagna o sul sito. 

:)