Per lo stato di diritto nell'Unione Europea. Perché iniziare dal Regno Unito.

di
stato di diritto ICE

Inizia nel Regno Unito la campagna europea per lo stato di diritto. 1 milione di firme da raccogliere in tutta Europa” - Il comunicato stampa di Marco Cappato.

Marco Cappato: una firma prima di lasciare l’Unione Europea, una firma per dare una possibilità al “Remain”. L’appello ai cittadini britannici del leader dell’Associazione Luca Coscioni e di Science for democracy, ex parlamentare europeo, tra i promotori dell’Iniziativa dei Cittadini Europei per lo Stato di Diritto. 

Act for our rights è l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) che chiede all’Unione Europea di creare un sistema di monitoraggio dello stato di diritto nei paesi membri dell’Unione. I promotori hanno deciso di avviare la raccolta firme proprio nell’unico paese che sta lasciando l’Unione Europea, il Regno Unito. 

La Iniziativa dei Cittadini Europei - o ICE, questo il nome di questo strumento di democrazia partecipativa a disposizione dei cittadini europei - chiede alla Commissione Europea di creare un meccanismo imparziale di valutazione della verifica del rispetto dello stato di diritto negli stati membri dell’unione Europea. I Trattati europei permettono ai cittadini di lanciare questo tipo di iniziative per chiedere alla Commissione di intervenire su tematiche specifiche. È necessario raccogliere un milione di firme in almeno 7 paesi europei per portare l’iniziativa davanti alla Commissione.    

“Firmate prima di lasciare l'Unione Europea, firmate per dare al “remain” una possibilità”, questo il messaggio che Marco Cappato ha per i cittadini britannici. Cappato, ex parlamentare europeo è uno dei promotori dell’iniziativa per lo stato di diritto, che è stata promossa con Pier Virgilio Dastoli, Presidente del Movimento Europeo e un gruppo di cittadini di altri 7 paesi europei, da Eumans, da Science for Democracy e dall’Associazione Luca Coscioni. 

“Le firme dei cittadini britannici saranno valide solo finché il Regno Unito resta nell’EU. Non c’è un momento migliore per partecipare a un’iniziativa per lo stato di diritto nell’Unione Europea” spiega Cappato. “Allo stesso tempo, il diritto di partecipare a questo tipo di iniziative fa parte di quei diritti che i britannici perderanno con la Brexit. Cosi come la libertà di movimento, sono diritti acquisiti come cittadini europei messi a repentaglio dalla Brexit. È per questo che invitiamo tutti i cittadini che hanno a cuore la democrazia, lo stato di diritto, e la cittadinanza europea a unirsi alla campagna”.

Sabato 7 settembre gli attivisti di Eumans impegnati su Act for Our Rights - la campagna per lo stato di diritto - parteciperanno alla manifestazione "Demand Democracy: Johnson Out! #StopTheCoup” a Londra. Il loro obiettivo è informare quanti più cittadini britannici e europei della possibilitá di firmare questa inizitiva. La petizione ufficiale alla commissione europea può essere firmata da tutti i cittadini europei con diritto di voto sul sito formyrights.eu

Per maggiori informazioni:  

Virginia Fiume - virginia.fiume@protonmail.com +32493158956 
Manlio Trovato - manlio_trovato@talk21.com +44 7887 676034


Sito ufficiale della campagna: formyrights.eu 
Il testo della richiesta alla Commissione Europea https://www.formyrights.eu/european-citizens-initiative 
Il video “This is what democracy looks: UK and EU citizens for the rule of law” https://youtu.be/UPEXw7FPeKo 


TUTTI I MODI PER AIUTARCI A FAR CONOSCERE L'INIZIATIVA