Marianna Vintiadis

Manager e membro dell'advisory board di Transparency International Italia. 

Nata ad Atene nel 1971, ho vissuto una buona parte della mia vita in Italia, tra Genova, città natale di mio padre, e Milano, dove risiedo e lavoro. Finito il liceo scientifico Cassini, mi sono trasferita in Inghilterra. Dopo essermi laureata in economia all’Università di Cambridge ho passato molti anni presso la mia alma mater a studiare, insegnare e ad occuparmi di trasferimento tecnologico. Attualmente faccio il manager e dirigo l’area Sud Europea di una multinazionale americana che si occupa tra le altre cose di investigare frodi e corruzione. In virtù delle competenze acquisite faccio parte dell’advisory board di Transparency International Italia. Durante il mio soggiorno inglese ho sentito una lunga intervista di Emma Bonino alla BBC che mi ha fatto scoprire i Radicali. Mi sono trovata molto vicina a tante battaglie storiche del movimento. Al mio rientro in Italia, mi sono iscritta e per alcuni anni ho anche fatto parte del comitato nazionale di Radicali Italiani. Il declino economico dell’Italia non ha portato alla luce idee innovative sulla costruzione del futuro: l’ambiente, la scienza e la tecnologia, le nuove forme di lavoro e di creazione del valore non hanno saputo farsi strada nel dibattito economico nazionale. Di qui il mio impegno a lavorare su questi temi essenziali per il futuro del paese e dell’Europa