Riccardo Magi

Deputato di +Europa, già segretario nazionale di Radicali Italiani. Laureato in scienze storiche presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza con una tesi in storia dell'Europa. Sono tra i promotori delle proposte di delibere popolari per il registro comunale dei testamenti biologici e il riconoscimento delle unioni civili e coordinatore della campagna referendaria cittadina "Roma Sì Muove" su mobilità sostenibile, stop al consumo di suolo, diritti civili e libero accesso al mare. 

Nel 2013 vengo eletto in Consiglio comunale, dove mi batto per la trasparenza e la legalità nell'ambito delle politiche abitative e delle società partecipate, ma anche per la riforma del sistema di accoglienza ai rifugiati e per il superamento dei campi rom attraverso politiche di inclusione, anticipando con le mie denunce le questioni che saranno al centro dell'inchiesta "Mondo di mezzo". 

Nel 2015 sono eletto segretario di Radicali Italiani. Sotto la mia guida, il movimento nazionale conduce diverse campagne: nel 2016 la raccolta firme sulla legge di iniziativa popolare "Legalizziamo" per la cannabis legale, nel 2017 la raccolta firme sulla legge di iniziativa popolare "Ero straniero" per il superamento della legge Bossi-Fini e la raccolta firme sul referendum comunale per la liberalizzazione del tpl a Roma. 

Ho promosso la campagna "Welcoming Europe", iniziativa dei cittadini europei rivolta alla Commissione europea per decriminalizzare la solidarietà, creare passaggi sicuri per i rifugiati e proteggere le vittime di abusi nella gestione delle frontiere esterne. 

Da Marzo 2018 sono alla Camera dei deputati, lavoro in Commissione Affari Costituzionali occupandomi di immigrazione e politiche di accoglienza, di legalizzazione della cannabis e revisione della disciplina in materia di referendum. Al centro della mia attenzione inoltre vi è la salvaguardia della laicità dello Stato e l’attenzione alla realtà carceraria.